Molte volte per impostare correttamente un allenamento, il carico di un esercizio, oppure solamente per curiosità, capita di chiedersi quale possa essere il carico massimale sollevabile in un determinato esercizio. La strada più corretta per scoprirlo è ovviamente il test diretto. Ovvero eseguire il determinato esercizio crescendo costntemente di carico fino a trovare il massimo peso effettivamente sollevabile.
Tuttavia molte volte, questa strada, non risulta essere percorribile facilmente, per diverse ragioni: mancanza di tempo, mancaza di sicurezza nell'eseguire esercizi a singola ripetizione senza una adeguata assistenza, rischiosità dei carichi massimali, mancanza di voglia e necessità di trovare una strada più veloce.
Sostanzialmente per molteplici ragioni si cerca una alternativa più semplice. Questa alternativa esiste, infatti ci sono formule e tabelle che in funzione del numero di ripetizioni svolte con un certo carico portano a individuale indirettamente l'ipotetico massimale. Ovviamente in questo caso il condizionale è d'obbligo, perchè, non essendo un test diretto, questo è solo un massimale teorico, ma in genere è piuttosto veritiero.
In questo caso la formula più utilizzata è quella di Brzycki:



formula  per il calcolo del carico massimale



CALCOLA IL TUO MASSIMALE
Peso:
Ripetizioni:

Oppure anche consultando la seguente tabella è possibile fare una valutazione del massimale a partire dalle ripetizioni X carico:
tabella per il calcolo del carico massimale



Per maggiori informazioni potete consultare anche il seguente articolo






a cura di Nicola Sacchi



TORNA ALLA SEZIONE ARTICOLI